Federprivacy

 
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • default color
  • green color
  • blue color

Federprivacy lancia il sondaggio “Big Data & Privacy: cosa significano per te"

E-mail Stampa PDF

Il presidente Usa Barack Obama ha lanciato il sondaggio online "Big Data, Privacy, and what it means to you", con lo scopo di tastare il polso dell’opinione degli americani sul  tema della privacy, negli ultimi tempi al centro di tante polemiche. Ma anche in Italia il senso di riservatezza e tutela della sfera privata quando siamo online, è davvero precario, e per questo anche Federprivacy ha indetto un sondaggio analogo sul proprio sito, che sarà spunto di dibattito al Privacy Day Forum 2014.

Tradotto letteralmente dal sondaggio della presidenza USA, la versione italiana si chiama “Big Data e privacy: cosa significano per te”. 

Sulla linea di quella americana, la versione italiana del sondaggio permette di raccontare online, in modo anonimo, la propria idea di tecnologia, come ha cambiato la nostra vita e come dovrebbe tutelare sicurezza ma anche difendere la nostra vita privata.

A spiegare il senso della campagna USA, è in un video John Podesta, ex capo di staff di Bill Clinton e oggi consulente di Barack Obama e presidente proprio del gruppo di lavoro su big data e privacy della Casa Bianca, che ha affermato: “Si tratta di una questione complessa che colpisce ogni americano. Per questo vogliamo sentire i vostri commenti e condividere le vostre opinioni”. La consultazione arriva dopo l’ondata di scandali che hanno colpito l’amministrazione americana con le rivelazioni di Edward Snowden sulle capillari attività di sorveglianza portate avanti dalla National Security Agency.

I risultati invece del sondaggio analogo a quello degli USA, lanciato in Italia da Federprivacy, saranno pubblicati sullo stesso sito della Federazione per la libera consultazione di tutti, addetti ai lavori e cittadini, e saranno utili per il dibattito del 4° Privacy Day Forum, che si svolgerà il 9 maggio 2014 al CNR di Pisa, dove interverranno personalità di caratura internazionale come il Prof. Alessandro Acquisti, docente di economia della privacy all’Heinz College della Carnegie Mellon University di Pittsburgh, in Pennsylvania (USA),  Giovanni Buttarelli, Garante Europeo Aggiunto, e il il Prof. Francesco Pizzetti, 7 anni presidente del Garante per la protezione dei dati personali, tra le varie cariche, oggi  anche presidente del Working Party on Police and Justice, per la tutela dei dati personali dei cittadini nei settori della giustizia e dell’attività di polizia in ambito europeo.

Partecipa al Sondaggio - Prenotati per il Privacy Day Forum

e-max.it: your social media marketing partner
Ultimo aggiornamento ( Lunedì 24 Marzo 2014 15:40 )  

I nostri sostenitori

Newsletter

Rimani aggiornato con le nostre news periodiche
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo
Ho letto l'informativa e presto il mio consenso

Cerca nel sito

Statistiche Utenti

Totale iscritti : 5236
Membri online : 0
Mese corrente : 1 iscritti

Cerca un iscritto


Cerca :
Categoria
Provincia
Regione

Cerca Delegato

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Visitatori Online

 725 visitatori online

In evidenza: la certificazione di Privacy Officer

Aziende ed enti che aderiscono a Federprivacy


Sapresti rispondere?

Cosa può fare chi ritiene che siano stati violati i propri diritti?
Se i diritti previsti dal Codice della privacy non sono riconosciuti spontaneamente dal titolare del trattamento, allora l’interessato ha la possibilità di attivare il ricorso al Garante o a sua scelta il ricorso al giudice ordinario. La procedura per la decisione da...
Leggi tutto 18707 Visite 0 Voti

Le Notizie di oggi

Community

Altre discussioni »

 725 visitatori online