Federprivacy

 
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • default color
  • green color
  • blue color

Privacy online: gli utenti del web non hanno fiducia nei "cookies"

E-mail Stampa PDF

Un sondaggio evidenzia che 6 utenti su 10 che non si fidano dei banner che informano sull'utilizzo di cookies quando visitano un sito web. Se ne è parlato al Festival ICT 2105: "Serve adozione di strumenti che trasmettano fiducia e facciano sentire il consumatore a proprio agio come certificazioni e marchi di qualità." 

Milano, 11 novembre 2015- Sono passati 5 mesi da quando é entrata in vigore la normativa sui "cookies", e ben il 74% degli utenti che visualizza i famigerati banner quando aprono un sito web affermano di essere ormai abituati a conviverci con rassegnazione, e di chiuderli senza neanche leggerli, pensando che in realtà non hanno alcuna garanzia sulla tutela della loro privacy e su come saranno utilizzati i loro dati personali.

E' quanto emerge dalla ricerca condotta da Federprivacy, che evidenzia anche una diffusa mancanza di consapevolezza sullo scopo degli avvisi sui cookies che compaiono quando si visita un sito. Il 35% non sa infatti di cosa si tratta effettivamente, e il 25% ha capito genericamente che si tratta di una legge per tutelare la privacy online.

Se da una parte il 77% riconosce che tali avvisi sono abbastanza evidenti sul monitor da non sfuggire all'attenzione del visitatore, il 69% si lamenta però che sono scritti spesso in maniera poco chiara e non pienamente comprensibile, mentre quasi il 60% mostra una certa rassegnazione pensando che in ogni caso, ben poco potranno fare per acconsentire o meno a certi trattamenti sulla profilazione dei loro gusti e delle loro abitudini personali ricavabili dalla loro navigazione in internet.

Ma il dato che ha più impatto sullo sviluppo del mercato digitale, é che nel 60% dei casi, l'utente non interpreta tale avviso sui cookies come una forma di correttezza e trasparenza da parte del sito web visitato, ma al contrario risulta insospettito e con fiducia ridotta a zero, lasciando pensare che ogni click potrebbe essere monitorato ed utilizzato per proporgli fastidiosa pubblicità, o usato per scopi a lui oscuri.

"L'utente deve sentirsi a suo agio quando visita un sito e poter nutrire fiducia verso questo, percependo che i suoi dati personali sono in buone mani e che saranno trattati in modo trasparente e senza successive sorprese - ha spiegato il presidente di Federprivacy, Nicola Bernardi, a margine del Festival ICT - L'obbligo introdotto dal Garante aveva lo scopo di mettere i paletti sulla parte normativa dei cookies, ma le aziende che intendono seriamente avvalersi appieno delle potenzialità del mercato digitale dovranno guadagnarsi la fiducia del consumatore online, adottando strumenti sussidiari come certificazioni o marchi di qualità che possano in concreto dare certe garanzie sui trattamenti delle informazioni personali dell'utente."

Che la privacy nell'era dei Big Data non fosse più solamente una questione giuridica, è stato un argomento al centro del dibattito all'ultimo Privacy Day Forum, ma adesso lo studio condotto da Federprivacy conferma che le aziende che operano nello spazio digitale sono effettivamente chiamate ad occuparsi non solo degli aspetti legali della normativa, ma anche delle questioni che hanno un impatto sociale e psicologico nei confronti dell'utente finale, dalle cui reazioni dipenderà se l'economia digitale spiccherà davvero il volo oppure no.

Un sondaggio evidenzia che 6 utenti su 10 che non si fidano dei banner che informano sull'utilizzo di cookies quando visitano un sito web. "Serve adozione di strumenti che trasmettano fiducia e facciano sentire il consumatore a proprio agio come certificazioni e marchi di qualità."

Comunicato Stampa dell'11 novembre 2015

Rassegna Stampa: Adnkronos - Data Manager Online - AgenParl - Tribuna Economica - Prima da Noi - Info Notizie - Libero Quotidiano - Meteo Web - Irpinia Report - Il Corriere dell'informazione - Inside Marketing

e-max.it: your social media marketing partner
Ultimo aggiornamento ( Giovedì 03 Dicembre 2015 12:46 )  

I nostri sostenitori

Newsletter

Rimani aggiornato con le nostre news periodiche
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo
Ho letto l'informativa e presto il mio consenso

Cerca nel sito

Statistiche Utenti

Totale iscritti : 5243
Membri online : 0
Mese corrente : 10 iscritti

Cerca un iscritto


Cerca :
Categoria
Provincia
Regione

Cerca Delegato

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Visitatori Online

 846 visitatori online

In evidenza: la certificazione di Privacy Officer

Aziende ed enti che aderiscono a Federprivacy


Sapresti rispondere?

Cosa sono le BCR (binding corporate rules)?
Si tratta di uno strumento volto a consentire il trasferimento di dati personali dal territorio dello Stato verso Paesi terzi (extra-UE) tra società facenti parti dello stesso gruppo d'impresa. Si concretizzano in un documento contenente una serie di clausole (rules)...
Leggi tutto 8808 Visite 0 Voti

Le Notizie di oggi

Community

Altre discussioni »

 846 visitatori online