Federprivacy

 
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • default color
  • green color
  • blue color

Cosa si può fare se si è vittima di un reato su internet?

E-mail Stampa PDF

Hacking, phishing, e-commerce,carte di credito,spam, pedofilia online, diritto d'autore.Sempre più spesso i criminali agiscono attraverso la rete. Cosa fare se si è vittima di un reato informatico? Hacking, phishing, e-commerce, bancomat e carte di credito, spamming, pedofilia online, diritto d'autore, telefonia. Sempre più spesso i criminali agiscono attraverso la rete. Cosa fare quando si è vittima di un reato informatico?

 


La Polizia Postale e delle comunicazioni è il reparto specializzato per tutte quelle attività di controllo/repressione degli illeciti penali ed amministrativi rientranti nella vasta e complessa materia delle comunicazioni, incluse le attività illecite perpetrate per mezzo della rete internet, come nei casi di acquisti online con numeri di carte di credito trafugate ed altre frodi telematiche, raggiri via email mediante tecniche di phishing che inducono l’ignaro utente a inserire i propri codici di accesso credendo di doverli fornire alla propria banca, abusi sessuali verso minori attraverso social network, attacchi hacker verso i propri siti personali o aziendali, o estenuanti campagne di spamming. La polizia postale compie alte investigazioni di polizia giudiziaria, per tutti quei reati correlati al computer-crime/cybercrime/ingegneria sociale, e per tutte le fattispecie criminali che sono poste in essere con l'ausilio dei più recenti strumenti tecnologici/informatici, e/o che mirano a creare danno a quest'ultimi. Questo speciale reparto della Polizia di Stato, opera in stretta collaborazione con le principali istituzioni quali il Garante per la Privacy e l’Autorità Garante delle comunicazioni , ed ovviamente il Ministero delle Comunicazioni.

 

Ma come può essere d’aiuto rapidamente e a livello pratico la Polizia Postale al cittadino?

Sul sito della Polizia di Stato,  è attivo il Commissariato Online, un vero e proprio ufficio virtuale  gestito dalla Polizia Postale, per ricevere informazioni o fare segnalazioni di reati che avvengono su Internet: hacking, phishing, e-commerce, bancomat e carte di credito, spamming, pedofilia online, diritto d'autore, telefonia, il tutto in modo rapido ed intuitivo.

Si possono anche richiedere informazioni specifiche, denunciare reati informatici, consultare le news e le domande più frequenti e accedere al forum tematico. Per poter accedere ai servizi messi a disposizione dalle forze di polizia attraverso il Commissariato Online ,  è necessario essere preventivamente registrati, ma ne vale davvero la pena.

Ti può interessare anche:

e-max.it: your social media marketing partner
Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 21 Novembre 2012 11:22 )  

Chi ci sostiene?

Tra i nostri sostenitori c'è anche

Login

Chi ci sostiene?

Trai nostri iscritti c'è anche

Statistiche Utenti

Totale iscritti : 4134
Membri online : 0
Questa settimana : 0 iscritti
Mese corrente : 42 iscritti

Visitatori Online

 923 visitatori online

Cerca Delegato

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

News Garante Privacy


Aziende ed enti che aderiscono a Federprivacy

Recensioni Stampa

La gestione dei dati come opportunità di business al 5° Privacy Day Forum
Mentre in Italia la privacy è vista come una burocrazia inutile, altre nazioni dell'area UE fanno affari d'oro con la gestione dei dati attraverso l'e-commerce, basti pensare a Francia, Germania, e Regno Unito che rispettivamente producono fatturati...
Leggi tutto 297 Visite 0 Voti
Il Sole 24 Ore: Manager della privacy, verso una norma UNI per la professione
Chi sono i manager responsabili della sicurezza e della privacy nelle aziende? Di fatto, le persone che supervisionano le procedure e verificano i sistemi di gesione dei dati? Una domanda più che lecita fino a ora. Visto che non esiste, almeno in Italia...
Leggi tutto 245 Visite 0 Voti
Privacy Officer, inchiesta pubblica per una Norma UNI 22 Giugno 2015, 09.39 Federprivacy
Privacy Officer, inchiesta pubblica per una Norma UNI
Sempre più aziende si rivolgono a consulenti esperti di privacy, anche se in assenza di una specifica disciplina, il mercato è ancora caratterizzato da scarsa trasparenza. Partito un progetto di norma per definire i profili delle figure professionali...
Leggi tutto 1152 Visite 0 Voti

Sapresti rispondere?

Il responsabile del trattamento è una figura unica?
Non necessariamente. Si possono nominare più responsabili del trattamento, anche esterni al proprio ente, se ciò è reso necessario dall'esigenza della divisione dei...
Leggi tutto 14167 Visite 0 Voti

Le Notizie di oggi

Community

Altre discussioni »

 923 visitatori online