Federprivacy

 
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • default color
  • green color
  • blue color

Cos’è un dato filosofico?

E-mail Stampa PDF

E’ opportuno premettere che il Codice della Privacy include  tra i dati sensibili anche quelli idonei a rivelare le convinzioni  filosofiche dell’interessato.

 

Pertanto anche la raccolta di questa tipologia di dati è soggetta  al consenso in forma scritta, e all’autorizzazione preventiva del Garante per la Privacy.

Mentre l’individuazione delle altre tipologie di dati sensibili, quali ad esempio quelli relativi a convinzioni religiose, adesione a partiti politici, stato di salute, vita sessuale, etc. è generalmente determinata in modo univoco, per ciò che concerne il c.d. “dato filosofico” è necessario fare alcune considerazioni.

Secondo l’etimologia del termine originale greco, composto da filèin, (amare, perseguire)", e sofìa, (sapienza, saggezza) , “filosofia” significa sostanzialmente “amore per la sapienza o “ricerca della saggezza”, indicando nel contesto moderno quel campo di studi che indaga sul senso dell’universo e dell’esistenza umana, o più specificatamente il tentativo di studiare e definire le possibilità e i limiti della conoscenza.

Inoltre, come spiega l’enciclopedia online Wikipedia, “la filosofia trova nell’etica il campo d'applicazione pratico per eccellenza. Il suo oggetto è l'uomo in quanto essere sociale: essa in particolare si occupa di determinare ciò che è giusto o sbagliato, distinguendo il bene dal male in base a una determinata teoria dei valori. L'etica è intesa anche come la ricerca di uno o più criteri che consentano all'individuo di gestire adeguatamente la propria libertà e di determinarne i limiti opportuni”.

Per ciò che riguarda la nostra esigenza di individuare i parametri utili a determinare in quali casi certe informazioni debbano essere considerati “dati filosofici”, possiamo formulare la seguente nozione: “sono dati idonei a rivelare le convinzioni  filosofiche dell’interessato, quelle informazioni non propriamente di ispirazione religiosa o politica, che si basano su valori etici o morali ricavati dall’elaborazione di una specifica teoria di valori, atti a stabilire dei criteri per distinguere tra ciò che sia giusto o sbagliato”.

Giusto per esemplificare, anche se è opportuno fare i dovuti approfondimenti caso per caso, se si devono trattare dati personali che rivelino l’appartenenza ad una particolare associazione od organizzazione non propriamente religiosa o politica, la quale però condizioni i propri aderenti ad adottare un determinato stile di vita,modo di pensare o di agire, quale potrebbe essere una comunità di ex tossicodipendenti, oppure una loggia massonica, una associazione di alcolisti anonimi, un rotary club, una organizzazione di boy-scout, con tutta probabilità ci stiamo trovando di fronte a dati di carattere filosofico, che dovranno quindi essere trattati come dati sensibili.

e-max.it: your social media marketing partner
Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 21 Novembre 2012 11:06 )  

Chi ci sostiene?

Tra i nostri sostenitori c'è anche

Login

Newsletter

Rimani aggiornato con le nostre news periodiche
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo
Ho letto l'informativa e presto il mio consenso

Statistiche Utenti

Totale iscritti : 5418
Membri online : 8
Mese corrente : 143 iscritti

Cerca Delegato

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Visitatori Online

 762 visitatori e 9 utenti online

Aziende ed enti che aderiscono a Federprivacy

Recensioni Stampa

Massimo Montanile, Privacy Officer certificato TÜV, intervistato su Corriere.it
Si chiama Privacy officer o manager della privacy, la figura professionale di cui dovranno dotarsi le imprese pubbliche e private entro il 25 maggio 2018. Questo a seguito dell’entrata in vigore del nuovo Regolamento UE 2016/679 sulla protezione dei...
Leggi tutto 422 Visite 0 Voti
Diritto all'oblio, intervista di Italia Oggi al presidente di Federprivacy
Secondo quanto riporta un articolo a cura di Maria Chiara Furlò su Italia Oggi Sette in edicola il 16 gennaio 2017, in cui viene intervistato il presidente di Federprivacy, sono quasi 41 mila le richieste di far valere il proprio «diritto...
Leggi tutto 316 Visite 0 Voti
Master Privacy Officer, nel 2017 partecipanti a numero chiuso
Il nuovo Regolamento UE 2016/679 fa spiccare il volo alle richieste di corsi specialistici sulla protezione dei dati, ma Federprivacy programma il piano della formazione per il 2017 con sole 9 edizioni del Master Privacy Officer con partecipanti a numero...
Leggi tutto 2101 Visite 0 Voti

Sapresti rispondere?

Gli incaricati vanno nominati? 02 Maggio 2006, 00.00
Gli incaricati vanno nominati?
Si. L'articolo 30 prevede un doppio binario per la designazione degli incaricati. La designazione può essere effettuata individuando puntualmente l'ambito del trattamento consentito. Si considera, però valida la designazione di incaricato mediante la documentata...
Leggi tutto 15371 Visite 0 Voti

Le Notizie di oggi

Community

Altre discussioni »

 762 visitatori e 9 utenti online