Federprivacy

 
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • default color
  • green color
  • blue color

Garante Privacy, irregolari le telecamere della Polizia Municipale di Reggio Emilia

E-mail Stampa PDF

Il Garante per la protezione dei dati personali ha stabilito che il sistema di videosorveglianza utilizzato dal Comando di polizia municipale di via Brigata Reggio non è regolare. Ergo, i dati raccolti tramite le telecamere di sicurezza sono inutilizzabili e le riprese interrotte.

In più, il Garante ha trasmesso la documentazione all’autorità giudiziaria: un marasma vieppiù intricato, anche perché il Testo Unico sulla privacy prevede illeciti penali, violazioni amministrative e responsabilità civile per danni. Tutto è iniziato lo scorso 16 febbraio, come scrive il www.sito7per24.it, quando al Garante giunge una segnalazione “con cui si lamentava – si legge nel pronunciamento – l’illiceità di un sistema di videosorveglianza presso il Comune di Reggio Emilia – Comando di Polizia Municipale installato al primo piano di uno stabile privato ove sono ubicati anche altri uffici privati e abitazioni civili (…) senza alcuna previa informativa e tutela sia per chi lavora per il comando di Polizia Municipale, sia per chiunque si trovi a passare nei corridoi di questi palazzi”. Il Comando ha dichiatato che quelle telecamere furono installate dopo il verificarsi di alcuni episodi di vandalismo e servono tutt’ora per sorvegliare gli accessi e garantire la sicurezza degli agenti. Inoltre, “nessuna telecamera è installata ai fini di verifica o controllo del personale dipendente” e “si è provveduto (…) a posizionare anche la segnaletica indicante che le singole zone sono videosorvegliate e che evidenzia la presenza del controllo accessi”. Le spiegazioni avanzate da via Brigata Reggio non sono state ritenute sufficienti poiché le telecamere sono installate all’esterno, in aree in cui transitano anche i lavoratori “con conseguente possibilità di riprenderne l’attività”, quindi in violazioni allo statuto dei lavoratori. Inoltre, il sistema è in funzione dal 2003, ma come ha dichiarato il rappresentate legale dell’ente, solo nel 2011 sarebbe stata installata la segnaletica obbligatoria. Il provvedimento del Garante, come detto, stabilisce che le immagini non possano essere utilizzate né le riprese effettuate. Sarà comunque l’autorità giudiziaria a stabilire se reato c’è stato o meno. Intanto, dal sindacato di polizia Sulpm, il segretario provinciale Marco Gagliardi, intervistato dal sito, ha parlato di “fatto molto grave: qualcuno deve dare delle spiegazioni – ha aggiunto – e se ci sono delle responsabilità devono essere individuate. Si tratta di una mancanza molto grave sia perché mina la credibilità di un organo di polizia, sia perché esiste un problema di sicurezza per gli operatori, essendo venuto meno il sistema di videosorveglianza. Abbiamo già chiesto un incontro all’amministrazione per sanare la situazione e rendere di nuovo operative le telecamere”. Se le notizie diramate dal sito www.sito7per24.it si rivelassero vere, e le violazioni privacy fossero confermate, davvero grossi problemi in vista per la Polizia Municipale, sia sotto il profilo amministrativo che quello penale.

Fonte: Il Corriere della Privacy di marzo 2012

Ti può interessare anche:

Ultimo aggiornamento ( Domenica 08 Luglio 2012 23:21 )  
Organizzazione Aprile

Newsletter

Rimani aggiornato con le nostre news periodiche
captcha 
Leggi l'informativa
Ho letto l'informativa e presto il mio consenso

Login

I nostri sostenitori

Chi ci sostiene?

Trai nostri iscritti c'è anche

Cerca nel sito

Statistiche Utenti

Totale iscritti : 3593
Membri online : 1
Mese corrente : 91 iscritti

Flash News

Garante Privacy:al via lavori per nuovo codice sui sistemi di informazione creditizie 23-04-2014 Il Garante per la protezione dei dati personali ha avviato la procedura per la revisione del codice  di deontologia e buona condotta  per i Sistemi di informazioni creditizie (Sic),…

Cerca Delegato

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

News Garante Privacy


Aziende ed enti che aderiscono a Federprivacy

Recensioni Stampa

Shopping online, 200.000 italiani a rischio cybercrime nei giorni di festività
Sempre più consumatori si stanno abituando a fare shop online su internet con le proprie carte di credito, e soprattutto nei periodi di festività, come sarà anche nel prossimo week-end, spesso gli utenti si dedicano agli acquisti online per trovare viaggi last minute...
Leggi tutto 183 Visite 0 Voti
Corso
Si è svolto venerdì scorso ad Arezzo il corso di aggiornamento per i professionisti sulla videosorveglianza nei luoghi di lavoro, con 50 professionisti giunti da ogni parte d'Italia per aggiornarsi sulle regole dettate dal Garante ed evitare multe salate che sempre più...
Leggi tutto 817 Visite 0 Voti
Nuovo e-book "Videosorveglianza & luoghi di lavoro" 11 Aprile 2014, 00.00 Federprivacy
Nuovo e-book
E' stato presentato durante l'incontro sulla stessa tematica venerdì 11 aprile ad Arezzo, il nuovo e-book "Videosorveglianza & luoghi di lavoro" edito da Ipsoa e scritto dall' Avv. Marco Soffientini, coordinatore del Comitato Scientifico di Federprivacy. Nella...
Leggi tutto 1113 Visite 0 Voti
  • Primo Piano

  • FAQ

  • Garante

  • Magazine

Buttarelli, sentenza su conservazione dati tlc
Secondo i giudici della Corte europea, la normativa comunitaria vigente comporterebbe "un'ingerenza di vasta portata nella privacy dei cittadini". Fino ad oggi, l'Europa impone infatti agli operatori telefonici di conservare per un periodo non inferiore ai sei mesi i dati dei propri utenti: numeri telefonici...
Leggi tutto 302 Visite 0 Voti
Garante Privacy: sentenza Corte di Giustizia UE in direzione da noi auspicata
“La sentenza della Corte di giustizia dell’Unione europea va nella direzione da noi sempre auspicata di una più marcata tutela dei diritti”. - Così commenta il Presidente dell’Autorità Garante per la privacy, Antonello Soro, la decisione della Corte di giustizia dell’Unione Europea di dichiarare...
Leggi tutto 296 Visite 0 Voti
Riforma UE sul data protection: sì, no, forse.  La risposta alla domanda globale di governance
Si sente molto parlare di Big Data, ma forse è il Big Deal il vero fenomeno di cui siamo testimoni in questa fase di sviluppo tecnologico. Un patto multi-stakeholder per Internet e data protection: due aree che sono sempre andate in parallelo ma che in questi ultimi tempi registrano una singolare...
Leggi tutto 369 Visite 0 Voti
Cosa sono le BCR (binding corporate rules)? 13 Febbraio 2014, 14.58 Federprivacy
Cosa sono le BCR (binding corporate rules)?
Si tratta di uno strumento volto a consentire il trasferimento di dati personali dal territorio dello Stato verso Paesi terzi (extra-UE) tra società facenti parti dello stesso gruppo d'impresa. Si concretizzano in un documento contenente una serie di clausole (rules) che fissano i principi vincolanti (binding) al cui rispetto...
Leggi tutto 550 Visite 0 Voti
Un'impresa privata può svolgere l'attività di consegna di farmaci a domicilio, dietro pagamento di corrispettivo?
Le norme che sottendono alla distribuzione dei farmaci ad uso umano sono ricomprese nel Dlgs n. 219, 24 aprile 2006(Gazzetta Ufficiale n. 142 del 21 giugno 2006, supplemento ordinario n. 153). Tale decreto disciplina tutte le fasi di vita del farmaco, dalla produzione alla...
Leggi tutto 2896 Visite 0 Voti
Cosa è e come funziona un codice QR? 30 Dicembre 2012, 16.16 Federprivacy
Cosa è e come funziona un codice QR?
Un Codice QR Quick Read (in inglese QR Code) è un codice a barre bidimensionale (o codice 2D), ossia a matrice, composto da moduli neri disposti all'interno di uno schema di forma quadrata. Viene impiegato per memorizzare informazioni generalmente destinate a essere lette tramite un telefono cellulare o uno smartphone. In un...
Leggi tutto 2983 Visite 0 Voti
Sanità, pagamento del ticket alle Poste: servono tutele per la privacy degli assistiti
Un’azienda sanitaria dovrà innalzare i livelli di sicurezza a tutela dei cittadini che usano il suo sito Internet o la rete “Sportello amico” di Poste italiane per il pagamento del ticket sulle prestazioni sanitarie, introducendo modalità che identifichino con certezza gli utenti. Dagli accertamenti svolti...
Leggi tutto 242 Visite 0 Voti
Inps: sì all’accesso alla banca dati da parte di pa e servizi pubblici, ma con precise regole a tutela della privacy
Le pubbliche amministrazioni e i gestori di pubblico servizio potranno accedere direttamente alle banche dati dell’Inps, ma dovranno rispettare precise regole per impedire eventuali abusi o trattamenti illeciti dei...
Leggi tutto 206 Visite 0 Voti
Telefonate “mute”: le regole varate dal Garante contro il telemarketing invasivo
Utenti telefonici più tutelati contro le "telefonate mute", un fenomeno particolarmente fastidioso causato da un’attività di promozione telefonica poco rispettosa della tranquillità degli utenti. A conclusione della consultazione pubblica avviata lo scorso anno sulle misure da adottare per ridurre drasticamente questo...
Leggi tutto 279 Visite 0 Voti
Allarme cyberbullismo, rischia un adolescente su cinque
Sulla scia della sempre maggiore diffusione di smartphone e altri dispositivi connessi in rete dilaga anche il cyberbullismo, con un quinto dei ragazzi potenzialmente esposto. Lo confermano i dati di diversi studi che stanno cercando di dare una dimensione del fenomeno. Una ricerca della Polizia Postale su un campione di ragazzi...
Leggi tutto 768 Visite 0 Voti
Dropbox aggiorna le regole della privacy e si adegua alle norme Ue
Fra i servizi di cloud computing, Dropbox è sicuramente quello più diffuso. La big della nuvola informatica fondata da Drew Houston e Arash Ferdows, che ha base a San Francisco, ha superato già da un pezzo la soglia dei 100 milioni di iscritti. E le integrazioni su smartphone e tablet stanno suggellando questo successo.La...
Leggi tutto 776 Visite 0 Voti
Yahoo! trasloca dall'Italia all'Irlanda: questione di privacy e tasse
Yahoo! sta per trasferire in Irlanda la sede di tutti i servizi che finora coprono l'Europa, l'Africa e il Medio Oriente all'interno di una sola società e non più gestiti da quelle locali, Italia compresa. A partire dal prossimo 21 marzo Yahoo! Italia Srl verrà infatti chiusa e i suoi servizi continueranno a essere forniti...
Leggi tutto 893 Visite 0 Voti

Sapresti rispondere?

Cosa vuol dire che i dati trattati in violazione del Codice della Privacy sono inutilizzabili?
L’articolo 11, comma 2, del Codice della privacy prevede l’inutilizzabilità dei dati raccolti e trattati in violazione delle disposizioni del codice. La portata di tale disposizione non è stata ancora apprezzata ma questo significa che un soggetto interessato dal...
Leggi tutto 8225 Visite 0 Voti

Le Notizie di oggi

Community

    • Notifica
    • Buongiorno, qualcuno potrebbe aiutarmi a ritrovare il provvedimento con il quale il Garante escludeva le...
    • 1 Settimana 6 Giorni fa

Altre discussioni »

 391 visitatori online