Federprivacy

 
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • default color
  • green color
  • blue color

Privacy Day Forum, ultimo miglio della maratona UE verso una Big Privacy

E-mail Stampa PDF

Il Garante europeo Buttarelli al convegno di Federprivacy: "Entro poche settimane accordo politico sulla riforma europea in materia di privacy e protezione dei dati". Nuovo capitolo normativo di almeno un ventennio per regolamentare l'era del Big Data nell'area UE. "Un business etico non può che beneficiare da un nuovo quadro chiaro, ed equilibrato", ha sottolineato lo stesso Buttarelli durante la videoconferenza da Bruxelles. Necessarie nuove figure professionali esperte di protezione dei dati.

Roma, 22 ottobre 2015 – Sempre più vicino al pensionamento il vecchio Codice della Privacy introdotto a suo tempo con il Decreto Legislativo del 30 giugno 2003 n.196, per lasciare il posto ad un nuovo Regolamento comunitario sulla protezione dei dati, che non sarà però vigente solo in Italia, ma in tutti e 28 Stati membri dell'Unione Europea.

A dirlo, il Garante Europeo sulla protezione dei dati, Giovanni Buttarelli intervenuto ieri in videoconferenza da Bruxelles durante il 5° Privacy Day Forum organizzato da Federprivacy, che ha spiegato:

"L´Europa percorre l´ultimo miglio di una maratona in corso da un quadriennio, per l´accordo politico entro poche settimane sulla riforma europea in materia di privacy e protezione dati - ha affermato Buttarelli - Si sta aprendo un nuovo capitolo che spiegherà influenza per almeno un ventennio, il che conferma la necessità di una forte cooperazione tra tutti gli attori interessati, per preservare in maniera più efficace diritti e libertà fondamentali, concentrarsi su ciò che é effettivamente efficace per una valida tutela, che può resistere in rapporto al rapido sviluppo delle nuove tecnologie, ed essere eticamente sostenibile per una moderna tutela degli individui come persone, anziché come passivi utenti, consumatori o abbonati."

Sono passati ormai vent'anni da quando fu emanata la cosiddetta Direttiva Madre 95/46/CE da cui deriva il nostro attuale Codice Privacy, e se allora il concetto di protezione dei dati era perlopiù legato alla gestione  documentale dei dati, adesso il fenomeno del Big Data richiederà  una vera e propria "Big Privacy", che assicuri più trasparenza sul modo con cui sono trattate le nostre informazioni, più fiducia da parte di chi fornisce continuamente informazioni on-line sulla propria persona. "Un business etico non può che beneficiare da un nuovo quadro chiaro, ed equilibrato", ha sottolineato lo stesso Buttarelli durante la videoconferenza.

Se gli scenari internazionali spingono sull'economia digitale, si apriranno parallelamente nuove opportunità di lavoro per figure che sono sempre più diffuse come il privacy officer ed il privacy consultant, e in questa ottica durante il convegno Federprivacy ha presentato i risultati di una ricerca condotta su un campione  di 1.000 aziende per conoscere la percezione del mercato delle professioni, dai quali è stato evidenziato che  il 19,7% delle aziende avverte la necessità di avere nel proprio organico un responsabile privacy, il 28,8% ritiene che la figura più richiesta nel settore sarà proprio il privacy officer, mentre il 29,3% ritiene che sarà necessario avvalersi di consulenti e avvocati specializzati della materia per evitare le pesanti sanzioni che saranno applicate per chi non rispetterà le regole.

Il rapporto della Ricerca, è stato illustrato ed analizzato da Stefano Bonetto, presidente della Commissione Servizi di UNI, l'ente di normazione nazionale, che visto l'interesse del mercato, ha recentemente iniziato i lavori per pubblicare una norma tecnica sui profili professionali del settore della protezione dei dati.

Comunicato Stampa del 22 ottobre 2015

e-max.it: your social media marketing partner
Ultimo aggiornamento ( Giovedì 22 Ottobre 2015 14:13 )  

I nostri sostenitori

Newsletter

Rimani aggiornato con le nostre news periodiche
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo
Ho letto l'informativa e presto il mio consenso

Statistiche Utenti

Totale iscritti : 6044
Membri online : 0
Mese corrente : 103 iscritti
Totale soci: 1593

Cerca nel sito


Cerca un iscritto


Cerca :
Categoria
Provincia
Regione

Regolamento UE 2016/679:il Data Protection Officer

Cerca Delegato

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Visitatori Online

 656 visitatori online

Aziende ed enti che aderiscono a Federprivacy

In evidenza: la certificazione di Privacy Officer


Privacy & Società

Cybercrime, solo 20 dollari per compromettere una rete aziendale
Un potente strumento di 'hacking' può essere creato con 20 dollari e poche ore di lavoro da chiunque abbia conoscenze di programmazione anche di base. Lo sostengono i ricercatori di KaspersKy Lab che hanno condotto un esperimento sulla base di un fatto realmente...
Leggi tutto 147 Visite 0 Voti

Le Notizie di oggi

Sapresti rispondere?

Per rispettare la legge sulla privacy come ci deve comportare in caso di attività  esternalizzate?
Il Garante prescrive di disciplinare i rapporti tra titolare del trattamento e soggetto esterno cui sia stata affidata una porzione di attività necessitante il trattamento dei dati personali.Il soggetto esterno (impresa, consulente) deve assumersi l’impegno di...
Leggi tutto 17722 Visite 0 Voti

Community

    • Dossier sanitario elettronico
    • Buongiorno In effetti ad essere lesi sono proprio i diritti dell'interessato. Se infatti lo stesso ha...
    • 2 Settimane 3 Giorni fa
    • Dossier sanitario elettronico
    • Buongiorno, L'episodio in corso non rientrerebbe nel DSE non per volere dell'interessato (che ha...
    • 2 Settimane 3 Giorni fa
    • Dossier sanitario elettronico
    • Salve Elisabetta. L'episodio clinico corrente può non essere aggiunto al DSE nel caso in cui il...
    • 2 Settimane 4 Giorni fa

Altre discussioni »

 656 visitatori online