Federprivacy

 
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • default color
  • green color
  • blue color

Privacy Officer & Videosorveglianza: certificazione per i professionisti

E-mail Stampa PDF

Con il nuovo Regolamento UE, elevato il livello di competenze richieste a consulenti e "data protection officer", specialmente per chi opera in comparti critici come quello della videosorveglianza, che ormai impatta su sistemi intelligenti, connessioni IP, droni, cloud, e rapporti di lavoro. TÜV certifica ora il Privacy Officer e Consulente della Privacy del settore. In programma due edizioni dei corsi propedeutici per ottenere la certificazione specialistica.

Firenze, 19 aprile 2016 - Con il nuovo Regolamento UE sulla protezione dei dati approvato il 14 aprile 2016, sono in arrivo migliaia di nuove opportunità di lavoro, anche se il livello delle competenze richiesto agli aspiranti consulenti e "data protection officer" è decisamene alto, specialmente quando le aziende operano in settori critici per la protezione dei dati, come quello della videosorveglianza.

Arriva perciò la certificazione specialistica della figura di "Privacy Officer e Consulente della Privacy del settore della videosorveglianza", che il TÜV Examination Institute ha iniziato a rilasciare sulla base del disciplinare professionale di Federprivacy ai professionisti che dimostrano di possedere le competenze specifiche richieste dallo schema di certificazione dell'ente bavarese.

Dopo aver certificato già circa trecento professionisti che hanno dimostrato di possedere le competenze generali nella protezione dei dati, TÜV Italia ha infatti apportato un'estensione del proprio schema per il rilascio di certificazioni di secondo livello per coloro che si occupano di privacy in un comparto particolarmente critico, in cui gli impatti normativi non sono più limitati ai trattamenti effettuati attraverso le telecamere, come spiega il presidente di Federprivacy, Nicola Bernardi:

"La compliance privacy nel settore della videosorveglianza oggi non è più limitata alla conoscenza degli impatti normativi su semplici telecamere a circuito chiuso, ma riguarda sempre più sistemi intelligenti, connessioni IP, droni, cloud, ed è spesso un nodo cruciale nei controlli a distanza nell'ambito dei rapporti di lavoro, e per questo richiede specifiche competenze, meglio se certificate. Per questo, abbiamo chiesto a TÜV di implementare lo schema con la certificazione di secondo livello per validare le competenze specifiche dei privacy officer e consulenti della privacy che operano nel settore della videosorveglianza."

I corsi propedeutici per la certificazione di secondo livello di "Privacy Officer e Consulente della Privacy" con TÜV Examination Institute, sono organizzati da Ethos Academy con il patrocinio di Federprivcy, e le prossime edizioni sono in agenda a Milano dal  28 al 29 aprile e a Bologna dal 12 al 13 maggio 2016.

Comunicato Stampa del 18 aprile 2016

e-max.it: your social media marketing partner
Ultimo aggiornamento ( Giovedì 16 Giugno 2016 06:57 )  

I nostri sostenitori

Newsletter

Rimani aggiornato con le nostre news periodiche
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo
Ho letto l'informativa e presto il mio consenso

Statistiche Utenti

Totale iscritti : 6358
Membri online : 14
Mese corrente : 98 iscritti
Totale soci: 1660

Cerca nel sito


Cerca un iscritto


Cerca :
Categoria
Provincia
Regione

Cerca Delegato

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Visitatori Online

 2133 visitatori e 16 utenti online

Aziende ed enti che aderiscono a Federprivacy

In evidenza: la certificazione di Privacy Officer


Privacy & Società

Violazione privacy, filmano e fotografano donna nuda in casa: denunciati
L'avevano ripresa e fotografata, a distanza, mentre nuda girava per casa propria. La donna si è accorta però di essere stata ripresa e non ha avuto esitazioni nel recarsi in Questura per presentare una querela. A scattare le foto e le riprese, sono stati due operai...
Leggi tutto 387 Visite 0 Voti

Le Notizie di oggi

Sapresti rispondere?

La raccolta e conservazione in cartelle dei fascicoli di causa relativi ai clienti costituisce trattamento dati?
La raccolta in un faldone dei fascicoli di causa costituisce un trattamento svolto senza l'ausilio di strumenti automatizzati,non soggetto ai sensi dell'articolo 24, lettera b del Codice al consenso dell'interessato, in quanto riguarda dati necessari all'adempimento di...
Leggi tutto 17883 Visite 0 Voti

Community

    • trasferimento dati all'estero
    • Buon pomeriggio ecco il mio quesito: un'azienda annovera tra i suoi clienti alcune società avente sede...
    • 1 Mese 4 Settimane fa
    • Videosorveglianza nei Comuni
    • Per comuni che adottano sistemi di videosorveglianza in aree pubbliche per motivi di sicurezza (e non...
    • 2 Mesi 3 Giorni fa
    • Dossier sanitario elettronico
    • Buongiorno In effetti ad essere lesi sono proprio i diritti dell'interessato. Se infatti lo stesso ha...
    • 3 Mesi 2 Settimane fa

Altre discussioni »

 2133 visitatori e 16 utenti online