Federprivacy

 
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • default color
  • green color
  • blue color

Telecamere, rischio multe se installate da professionisti improvvisati

E-mail Stampa PDF

Installazione di telecamere a rischio pesanti sanzioni se non curata da esperti qualificati. TÜV Italia certifica adesso i consulenti della privacy del settore della videosorveglianza. Bernardi: "rischio multe troppo elevato per affidare la progettazione e l'installazione di sistemi di videosorveglianza a professionisti improvvisati". In partenza a Bologna i corsi propedeutici per la certificazione con l'ente bavarese.

Bologna, 25 gennaio 2017- Secondo uno studio di Gartner, sono circa 464 milioni le telecamere installate nel mondo, e sfioreranno il miliardo entro il 2018, e per questo il nuovo Regolamento Europeo sulla protezione dei dati personali entrato in vigore il 24 maggio 2016 avrà degli impatti notevoli anche nel settore della videosorveglianza.

Evitare le pesanti sanzioni previste dalla nuova normativa in materia di privacy, che potranno arrivare fino a 20 milioni di euro o fino al 4% del fatturato annuo dei trasgressori, dipenderà quindi in buona parte dalle mani a cui imprese pubbliche e private affidano la progettazione e l'installazione dei sistemi di videosorveglianza.

Poiché per poter garantire che le telecamere siano utilizzate in conformità al Regolamento UE 2016/679 servono competenze e conoscenze comprovate, è recentemente stata attivata dal TÜV Examination Institute la certificazione specialistica della figura di "Privacy Officer e Consulente della Privacy del settore della videosorveglianza", che l'ente bavarese rilascia sulla base del disciplinare di Federprivacy.

Dopo aver certificato già più di trecento professionisti che hanno dimostrato di possedere le competenze generali nella protezione dei dati, TÜV Italia ha infatti apportato un'estensione del proprio schema per il rilascio di certificazioni di secondo livello per coloro che si occupano di privacy in un comparto particolarmente critico, come spiega il presidente di Federprivacy, Nicola Bernardi:

"Il rischio di incorrere in pesantissime multe è troppo elevato per affidare la progettazione e l'installazione di sistemi di videosorveglianza a professionisti improvvisati, o che comunque non possiedono le conoscenze e le competenze necessarie per rispettare le prescrizioni del nuovo testo comunitario - afferma Bernardi - Per questo, la certificazione TÜV del consulente della privacy del settore della videosorveglianza rappresenta un contributo importante alle imprese per poter distinguere oggettivamente i professionisti realmente qualificati, e potersi così rivolgere solo a quelli che sono in grado di assicurare la conformità al nuovo Regolamento UE 2016/679" 

La prossima edizione del corso propedeutico per la certificazione di "Privacy Officer e Consulente della Privacy" del settore videosorveglianza è organizzata da Ethos Academy con il patrocinio di Federprivacy, e si svolgerà a Bologna presso la sede di TÜV Italia nei giorni 16 e 17 febbraio 2017.

Comunicato Stampa Federprivacy del 25 gennaio 2017

e-max.it: your social media marketing partner
Ultimo aggiornamento ( Giovedì 26 Gennaio 2017 06:59 )  

I nostri sostenitori

Newsletter

Rimani aggiornato con le nostre news periodiche
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo
Ho letto l'informativa e presto il mio consenso

Statistiche Utenti

Totale iscritti : 7046
Membri online : 1
Mese corrente : 152 iscritti
Totale soci: 1749

Cerca nel sito


Cerca un iscritto


Cerca :
Categoria
Provincia
Regione

Cerca Delegato

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Visitatori Online

 1252 visitatori e 1 utente online

Aziende ed enti che aderiscono a Federprivacy

In evidenza: la certificazione di Privacy Officer


Privacy & Società

Foto sui social dei figli minorenni, genitori rischiano multa fino a 10mila euro
Il sorriso di Sofia mentre mangia un gelato o quello di Francesco che tira un calcio al pallone: ricordi che ogni genitore vuole conservare e condividere con parenti e amici, spesso anche utilizzando i social network. Ma attenzione: un gesto che può sembrare innocente...
Leggi tutto 1689 Visite 0 Voti

Le Notizie di oggi

Sapresti rispondere?

Gli incaricati vanno nominati? 02 Maggio 2006, 00.00
Gli incaricati vanno nominati?
Si. L'articolo 30 prevede un doppio binario per la designazione degli incaricati. La designazione può essere effettuata individuando puntualmente l'ambito del trattamento consentito. Si considera, però valida la designazione di incaricato mediante la documentata...
Leggi tutto 16053 Visite 0 Voti

Community

    • Responsabile esterno??
    • Le caratteristiche dell'atto le ho viste, grazie. Ma era proprio capire, se è eccessivo nominare...
    • 1 Settimana 4 Giorni fa
    • Responsabile esterno??
    • Io mi atterrei a quanto riportato sul sito del Garante, dove si legge: Il Reg UE fissa più...
    • 2 Settimane 1 Ora fa
    • Responsabile esterno??
    • Con il nuovo Regolamento Europeo come, secondo voi, è meglio identificare le società "destinatarie" dei...
    • 2 Settimane 8 Ore fa

Altre discussioni »

 1253 visitatori e 1 utente online