Federprivacy

 
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • default color
  • green color
  • blue color

Privacy, disciplina non sempre uguale nell'area UE con il GDPR

E-mail Stampa PDF

Con Regolamento UE 2016/679, Stati membri liberi di mantenere o introdurre norme nazionali per specificare ulteriormente l'applicazione del GDPR. Bernardi: "Per evitare sanzioni e risarcimenti, consulenti e data protection officer dovranno studiare bene i casi da affrontare, tenendosi costantemente aggiornati sia sulla giurisprudenza comunitaria che su quella nazionale. Disciplina non sempre omogenea nell'area UE". Guida alla Privacy per associati e iscritti al sito di Federprivacy con consultazione gratuita della banca dati online di Wolters Kluwer, accessibile dall'area riservata.

Milano, 7 luglio 2017- Cammineranno su un campo minato professionisti e manager d'azienda che dovranno dare supporto ad aziende e pubbliche amministrazioni in materia di privacy per non esporsi a rischi di risarcimenti e multe, che dal 25 maggio 2018 potranno arrivare fino a 20 milioni di euro o al 4% del fatturato annuo dei contravventori.

E anche se con il nuovo Regolamento UE 2016/679 avremo un unico ombrello normativo in tutti gli Stati membri, non sarà affatto facile districarsi in una materia interdisciplinare che deve tenere conto dei provvedimenti dell'autorità di controllo e delle pronunce sia a livello comunitario che a livello nazionale, con la necessità per i professionisti di farsi sempre un quadro completo degli impatti sui trattamenti di dati personali, come spiega Nicola Bernardi, presidente di Federprivacy:

"Oltre ad avere un'approfondita conoscenza della normativa, per evitare sanzioni e rischi di risarcimenti, consulenti e data protection officer dovranno studiare bene i casi da affrontare, tenendosi costantemente aggiornati sia sulla giurisprudenza comunitaria che su quella nazionale, perchè il nuovo testo lascia liberi gli Stati membri di mantenere o introdurre norme nazionali al fine di specificare ulteriormente l'applicazione delle norme contenute nel Regolamento UE 2016/679, previsione che porterà ad avere una disciplina non sempre omogenea all'interno dell'area UE - osserva Bernardi - Da parte nostra, nell'ottica di fornire un servizio sempre migliore ai nostri associati, abbiamo deciso di mettere a loro disposizione la consultazione gratuita della Guida alla Privacy di Wolters Kluwer, banca dati online che ci garantisce un servizio affidabile e puntualmente aggiornato."

Occorre quindi un'elevata preparazione per affrontare le gravose responsabilità che ricadono su coloro che hanno il compito di orientare il management aziendale a fare le scelte giuste e gestire correttamente le criticità che tipicamente emergono quando si trattano i dati personali degli interessati, e per questo l'art.37 del Regolamento prescrive che il data protection officer debba  essere "designato in funzione delle qualità professionali, in particolare della conoscenza specialistica della normativa e delle prassi in materia di protezione dei dati".

Da oggi, i professionisti hanno comunque un valido aiuto in più con la "Guida alla Privacy",che raccoglie linee guida, legislazione, provvedimenti, giurisprudenza, prassi, modulistica, casistiche, sanzioni, ed altra documentazione utile ad applicare correttamente la normativa sulla protezione dei dati personali.

La banca dati online di Wolters Kluwer è già operativa e fruibile per tutti i professionisti associati a Federprivacy, che possono accedervi con un semplice click dopo aver effettuato il login all'area riservata nel sito dell'Associazione. Opportunità di accedere alla banca dati è concessa anche agli oltre 6.000 utenti registrati sul sito www.federprivacy.it, i quali potranno testare gratuitamente il servizio senza limiti o restrizioni fino al 30 settembre 2017.

Comunicato Stampa Federprivacy del 7 luglio 2017

 

 

e-max.it: your social media marketing partner
Ultimo aggiornamento ( Venerdì 07 Luglio 2017 11:42 )  

I nostri sostenitori

Newsletter

Rimani aggiornato con le nostre news periodiche
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo
Ho letto l'informativa e presto il mio consenso

Statistiche Utenti

Totale iscritti : 6343
Membri online : 16
Mese corrente : 83 iscritti
Totale soci: 1660

Cerca nel sito


Cerca un iscritto


Cerca :
Categoria
Provincia
Regione

Cerca Delegato

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Visitatori Online

 2484 visitatori e 24 utenti online

Aziende ed enti che aderiscono a Federprivacy

In evidenza: la certificazione di Privacy Officer


Privacy & Società

Violazione privacy, filmano e fotografano donna nuda in casa: denunciati
L'avevano ripresa e fotografata, a distanza, mentre nuda girava per casa propria. La donna si è accorta però di essere stata ripresa e non ha avuto esitazioni nel recarsi in Questura per presentare una querela. A scattare le foto e le riprese, sono stati due operai...
Leggi tutto 356 Visite 0 Voti

Le Notizie di oggi

Sapresti rispondere?

Cosa è l'interpello preventivo? 24 Luglio 2008, 20.13
Cosa è l'interpello preventivo?
Prima di fare ricorso bisogna fare un interpello preventivo alla propria controparte e cioè al titolare del trattamento. L’interessato chiede al titolare che vengano rispettati i suoi diritti. Se sussiste il pericolo di un pregiudizio imminente ed irreparabile si...
Leggi tutto 21994 Visite 0 Voti

Community

    • trasferimento dati all'estero
    • Buon pomeriggio ecco il mio quesito: un'azienda annovera tra i suoi clienti alcune società avente sede...
    • 1 Mese 3 Settimane fa
    • Videosorveglianza nei Comuni
    • Per comuni che adottano sistemi di videosorveglianza in aree pubbliche per motivi di sicurezza (e non...
    • 2 Mesi 1 Ora fa
    • Dossier sanitario elettronico
    • Buongiorno In effetti ad essere lesi sono proprio i diritti dell'interessato. Se infatti lo stesso ha...
    • 3 Mesi 1 Settimana fa

Altre discussioni »

 2484 visitatori e 24 utenti online