Federprivacy

 
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • default color
  • green color
  • blue color
Info: Il tuo browser non accetta i cookie. Se vuoi utilizzare il carrello e fare acquisti devi abilitare i cookie.
Polo FederprivacyBig Data e Privacy by Design

Il Privacy Officer, figura chiave della data protection europea
Visualizza Ingrandimento


Il Privacy Officer, figura chiave della data protection europea

Prezzo: €24.00
€17.00
Risparmi: €7.00

Chiedi un'informazione riguardo questo prodotto

Il Privacy Officer, è una figura aziendale con competenze giuridiche e informatiche da molti anni diffusa oltreoceano, che arriva adesso anche nel vecchio continente per mezzo del nuovo Regolamento Europeo sulla protezione dei dati, che entrerà in vigore contemporaneamente in tutti e 27 Stati membri UE, i quali si troveranno contemporaneamente sotto un unico ombrello normativo. Per effetto delle nuove regole comunitarie, che sostituiranno il "vecchio" Codice della Privacy (Dlgs 196/2003), tutte le pubbliche amministrazioni e migliaia di imprese che rientreranno in determinati parametri, dovranno obbligatoriamente dotarsi del cosiddetto Privacy Officer, che in Italia assumerà la denominazione di "Responsabile della protezione dei dati". Questo volume è stato ideato per provvedere al professionista che si propone per svolgere questo ruolo un quadro completo di tutte le conoscenze e  le competenze che deve possedere per adempiere efficacemente alle responsabilità e ai compiti che gli sono assegnati dal Regolamento Europeo. Poichè si tratta di un profilo manageriale che opera in diretta relazione con i vertici aziendali, giuridicamente indipendente e autonomo, identificabile come una sorta di "amministratore delegato dei dati", questo libro non manca di contemplare le caratteristiche personali che devono contraddistinguere il Privacy Officer quando assume il ruolo di Responsabile della protezione dei dati, ponendo inoltre uno speciale accento sull'esigenza, dettata dai nuovi scenari internazionali, di utilizzare standard di riferimento riconosciuti ed accettati anche all'estero. 

Con i contributi di: Marcello Polacchini, Monica Perego, Marco Soffientini, Luca Giacopuzzi, Luca Bolognini, Monica Gobbato, Francesca R.Pagliaro, Ettore Pasanisi, Michele Iaselli,Paolo Balboni,Nicola Bernardi

Editore: Ipsoa 2013

Prezzo di copertina: Euro 24,00







Login

Newsletter

Rimani aggiornato con le nostre news periodiche
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo
Ho letto l'informativa e presto il mio consenso

Statistiche Utenti

Totale iscritti : 6044
Membri online : 0
Mese corrente : 103 iscritti
Totale soci: 1593

Cerca nel sito


Cerca Delegato

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Visitatori Online

 661 visitatori online

Recensioni Stampa

Dati in ostaggio, azienda paga 1 milione di dollari agli hacker
Azienda informatica paga riscatto record da 1 milione di dollari per riavere i dati dei propri server presi in ostaggio dagli hacker. Bernardi: "Imprese attratte dalla trasformazione digitale e dal business dell'e-commerce, ma ancora debole la cultura...
Leggi tutto 220 Visite 0 Voti
Data breach: allarme cybersecurity e privacy a rischio per le aziende
Pochi dollari e conoscenze informatiche di base per trasformare una chiavetta USB in strumento di "hacking" per infettare reti aziendali. Mele:"In Italia siamo ancora lontani dal prendere sul serio il problema del cybercrime. Domina ancora cultura della...
Leggi tutto 327 Visite 0 Voti
Violazioni privacy, in attesa del GDPR non c'è una
Rischio sanzioni fino a 20 milioni di euro o al 4% del fatturato annuo per imprese e pubbliche amministrazioni che non si adeguano al nuovo Regolamento europeo sulla protezione dei dati personali, ma nel frattempo non esiste una sorta di 'vacatio legis'....
Leggi tutto 380 Visite 0 Voti

Privacy & Società

Cybercrime, solo 20 dollari per compromettere una rete aziendale
Un potente strumento di 'hacking' può essere creato con 20 dollari e poche ore di lavoro da chiunque abbia conoscenze di programmazione anche di base. Lo sostengono i ricercatori di KaspersKy Lab che hanno condotto un esperimento sulla base di un fatto realmente...
Leggi tutto 147 Visite 0 Voti

Le Notizie di oggi

Sapresti rispondere?

Ci sono casi di esonero dal provvedere l'informativa?
Quando ci si appresta ad effettuare un trattamento di dati personali, l'informativa è sempre dovuta all'interessato, in via preventiva. Esistono solo alcune...
Leggi tutto 17367 Visite 0 Voti

Community

    • Dossier sanitario elettronico
    • Buongiorno In effetti ad essere lesi sono proprio i diritti dell'interessato. Se infatti lo stesso ha...
    • 2 Settimane 3 Giorni fa
    • Dossier sanitario elettronico
    • Buongiorno, L'episodio in corso non rientrerebbe nel DSE non per volere dell'interessato (che ha...
    • 2 Settimane 3 Giorni fa
    • Dossier sanitario elettronico
    • Salve Elisabetta. L'episodio clinico corrente può non essere aggiunto al DSE nel caso in cui il...
    • 2 Settimane 4 Giorni fa

Altre discussioni »

 661 visitatori online