Federprivacy

 
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • default color
  • green color
  • blue color

Privacy, il garante spagnolo multa Facebook per 1,2 milioni di euro

E-mail Stampa PDF

Il Garante della privacy spagnolo (Aepd) ha multato Facebook per 1,2 milioni di euro (corrispondenti a 1,44 milioni di dollari) per non aver impedito agli inserzionisti pubblicitari di accedere ai dati dei propri utenti. L’Agenzia iberica per la protezione dei dati ritiene che Facebook abbia raccolto informazioni personali da parte dei suoi utenti in Spagna senza ottenere il loro “consenso inequivocabile” e senza informarli su come tali dati sarebbero stati usati.

Sempre secondo l’Autorità, Facebook avrebbe raccolto dati sull’ideologia, il sesso, le credenze religiose, i gusti personali o la navigazione,  senza informare chiaramente gli utenti sull’utilizzo e lo scopo della raccolta. Inoltre tramite i cosiddetti cookies, Facebook raccoglie anche dati da persone che non dispongono di un account nella rete sociale ma navigano sulle pagine ove è presente il bottone “like”.

Il Garante ha affermato che la politica sulla privacy di Facebook contiene dei termini generici e poco chiari e non raccoglie in modo adeguato il consenso dei suoi utenti, cosa che costituisce una grave violazione delle norme sulla protezione dei dati. Fra le altre cose, è stato accertato che Facebook non rimuove i dati personali che raccoglie dal suo database, anche quando un utente lo richiede e che tali dati vengono conservati per i 17 mesi successivi alla chiusura dell’account.

L’importo di 1,2 milioni di euro in realtà è dunque estremamente contenuto se si considera che globalmente Facebook ha registrato ricavi pubblicitari per 9,2 miliardi di dollari nel secondo trimestre ed una capitalizzazione di borsa di circa 435 miliardi di dollari.

Non è la prima volta che Facebook incorre nella “scure” delle autorità indipendenti europee. L’11 maggio scorso l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Agcm) italiana ha condannato WhatsApp Inc. al pagamento di sanzioni per 3 milioni di euro per aver indotto gli utenti di WhatsApp Messenger ad accettare integralmente i nuovi termini di utilizzo, inducendo i nuovi iscritti a ritenere che “sarebbe stato, altrimenti, impossibile proseguire nell’uso dell’applicazione”, qualora non avessero accettato la condivisione dei loro dati personali con Facebook.

Il 16 maggio 2017, invece, il Garante della Privacy francese ha condannato Facebook Inc. e Facebook Ireland Ltd., in via solidale, al pagamento di 150.000,00 euro per non aver informato in modo adeguato gli utenti in merito alle modalità e agli scopi del trattamento effettuato sui loro dati personali e per avere proposto pubblicità mirata in assenza di una base legale che lo consentisse.

Fonte: Il Fatto Quotidiano - Articolo a cura di Avv. Fulvio Sarzana

e-max.it: your social media marketing partner
Ultimo aggiornamento ( Martedì 19 Settembre 2017 16:11 )  

Chi ci sostiene?

Tra i nostri sostenitori c'è anche

Login

Newsletter

Rimani aggiornato con le nostre news periodiche
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo
Ho letto l'informativa e presto il mio consenso

Statistiche Utenti

Totale iscritti : 6842
Membri online : 8
Mese corrente : 111 iscritti
Totale soci: 1749

Cerca un iscritto


Cerca :
Categoria
Provincia
Regione

Cerca Delegato

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Visitatori Online

 847 visitatori e 10 utenti online

Aziende ed enti che aderiscono a Federprivacy

Recensioni Stampa

Al via il corso per Data Protection Officer al CNR di Pisa
In partenza il corso di formazione manageriale per DPO con un percorso di 124 ore che inizierà il 16 gennaio per terminare con l'esame finale il 30 marzo. Bernardi: "Per garantire un elevato livello della qualità della formazione abbiamo ingaggiato 23...
Leggi tutto 686 Visite 0 Voti
Shopping online, il vademecum per acquisti sicuri durante le festività
Un italiano su due fa acquisti su internet, ma pochi utenti sanno riconoscere un sito non sicuro. Con l’avvicinarsi delle festività natalizie, nei prossimi giorni si registrerà il picco degli acquisti in rete. Federprivacy ha stilato un vademecum per...
Leggi tutto 1054 Visite 0 Voti
Ancitel, accordo con Federprivacy per la privacy nei comuni
Attivo l'accordo quadro per dare supporto e strumenti necessari a comuni ed enti locali che devono adeguarsi entro il 25 maggio 2018 per evitare sanzioni fino a 20 milioni di euro. Webinar gratuito il 19 dicembre per dare un primo supporto agli addetti ai...
Leggi tutto 1179 Visite 0 Voti

Privacy & Società

Foto sui social dei figli minorenni, genitori rischiano multa fino a 10mila euro
Il sorriso di Sofia mentre mangia un gelato o quello di Francesco che tira un calcio al pallone: ricordi che ogni genitore vuole conservare e condividere con parenti e amici, spesso anche utilizzando i social network. Ma attenzione: un gesto che può sembrare innocente...
Leggi tutto 1118 Visite 0 Voti

Le Notizie di oggi

Sapresti rispondere?

Quali sono i diritti dell' interessato?
L' interessato ha il diritto di ricevere l'informativa, di prestare il consenso preventivo informativo, se non ricorre una causa di esonero. Gli interessati, inoltre, hanno i diritti di cui all'articolo 7 del codice della privacy: l'accesso ai dati personali,...
Leggi tutto 16097 Visite 0 Voti

Community

    • ditta individuale e privacy
    • Come noto, in Italia specifico intervento normativo ha sottratto i dati delle imprese, associazioni ecc....
    • 1 Mese 1 Settimana fa
    • gestione privacy in azienda
    • Buongiorno avrei necessità di confrontarmi in merito alla gestione privacy in una azienda che ha come...
    • 2 Mesi 1 Settimana fa

Altre discussioni »

 847 visitatori e 10 utenti online